Patent Box uno stimolo per l'occupazione

Patent Box, uno stimolo per l’occupazione

I dati relativi all’occupazione dimostrano come siano le imprese innovatrici quelle a creare più valore nel nostro Paese e quelle disposte ad assumere di più, in un periodo dove il tema del lavoro è perennemente oggetto di discussione.

Il dipartimento di Ricerca e Sviluppo appare essere mediamente quello più affamato di nuovo personale, ecco perché il Patent Box dovrebbe offrire una spinta significativa per confermare, se non incrementare, questo trend.

La Quarta Rivoluzione Industriale

patent box e quarta rivoluzione industriale

Il Governo sta via via dedicando sempre più attenzione nell’offrire agevolazioni ad aziende che investono in innovazione, anche grazie alla crescente importanza che sta assumendo il fenomeno della Quarta Rivoluzione Industriale, da cui prende origine il concetto di Industria 4.0.

Quest’ultima viene descritta dagli analisti come il processo che condurrà a una produzione industriale automatizzata e interconnessa.

La data di inizio della Quarta Rivoluzione Industriale non è stata ancora stabilita con precisione, anche perché appare essere tutt’ora in corso, ma si sta già delineando un quadro teorico di come impatterà sul lavoro dei prossimi anni.
Come in ogni periodo di transizione di questo tipo, molti posti di lavoro andranno persi, ma è stato previsto che l’occupazione vedrà un incremento nell’area finanziaria, nel management, nell’informatica e nell’ingegneria: assumeranno un ruolo di primaria importanza, quindi, abilità come il pensiero critico e la creatività.

Patent Box e la sua importanza nel rilancio degli investimenti industriali

Alla luce di questa evoluzione, i vari Paesi si stanno muovendo per riuscire a valorizzarne le potenzialità e l’Italia in questo non è da meno di altri: il primo passo importante è stata la creazione del documento “Industry 4.0, la via italiana per la competitività nel manifatturiero” annunciato nel 2015 dal MISE (Ministero per lo sviluppo economico).
Il sottotitolo di questo documento è “Come fare della trasformazione digitale dell’industria una opportunità per la crescita e l’occupazione” e infatti il suo fulcro è costituito dall’indicazione di agire su 8 aree di intervento: tra queste vogliamo sottolineare la necessità di rilanciare gli investimenti industriali, con particolare attenzione a quelli in ricerca e sviluppo, conoscenza e innovazione.

patent box investimenti industriali

A questo documento ha fatto seguito, in data 21 settembre 2016, il piano del Governo per l’Industria 4.0, presentato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Tale piano dovrebbe entrare nella prossima legge di stabilità e si prefigge di mobilitare, tra le altre cose, 11,3 miliardi di spesa privata nella ricerca, nello sviluppo e nell’innovazione con focus sulle tecnologie dell’Industria 4.0

E’ quindi comprensibile quanto sia cruciale che vengano messe a disposizione le risorse necessarie alle nostre imprese per competere in tal senso sul piano internazionale ed è qui che entra in gioco il Patent Box: il regime di tassazione agevolata ha come obiettivo principale quello di disincentivare l’adozione di politiche fiscali troppo aggressive tra i Paesi che fanno parte dell’UE e, inoltre, ha il non trascurabile effetto di stimolare il rimpatrio di beni immateriali precedentemente collocati in altri Stati.

Il Patent Box rappresenta uno stimolo per proteggere le invenzioni create in patria, con un occhio di riguardo alle informazioni aziendali (il cosiddetto Know How), che sono il terreno maggiormente fertile per la crescita dell’innovazione.

L’impatto culturale del Patent Box

Ma non è solo in termini di investimenti in innovazione che questa norma sta impattando: oltre all’indiscusso risparmio fiscale, il Patent Box sta vendo un notevole impatto culturale, in quanto bene o male costringe a ripensare la gestione aziendale.

Spesso le aziende investono molto in attività di ricerca e sviluppo, ma poi non sanno quantificare il valore di quanto prodotto in una voce di bilancio: ecco perchè diventa di fondamentale importanza effettuare un’analisi dell’intera catena del valore, curando con attenzione il bilancio di esercizio e la documentazione utile in tal senso.

L’accesso al Patent Box implica un’attività piuttosto impegnativa in tal senso, spesso ancora troppo complicata per le pmi, tanto che molte volte devono ricorrere all’aiuto di un consulente.


Vuoi ulteriori informazioni su come usufruire del Patent Box?

Salva