Patent Box

Patent Box, Know-how e marketing

Per non dover rivelare, all’atto del rilascio del brevetto, informazioni dettagliate su un prodotto o processo frutto dei propri sforzi di innovazione, spesso le imprese scelgono di proteggere la IP (INTELLECTUAL PROPERTY) conservando il segreto industriale.

Il segreto industriale è rappresentato dal Know How di proprietà esclusiva di un’impresa, che rimane ignoto all’ esterno dell’organizzazione aziendale.

Non è necessario che il segreto industriale risponda a tutti i requisiti previsti dalle leggi sui brevetti, consentendo la protezione di una più ampia classe di attività e iniziative.

Ad esempio la formula di una bevanda, pur non brevettabile, può essere considerata un segreto industriale.

Quand’è che un patrimonio di informazioni può essere considerato un segreto industriale e quindi essere opzionabile per il PATENT BOX 2016/2019?

(a) genera un vantaggio distintivo per l’impresa in termini di rendita economica

(b) conserva il proprio valore rimanendo strettamente confidenziale.

 

Leggi anche: “Cos’è il Patent Box”

 

 

Esempi di possibili segreti industriali sono le informazioni sui clienti, le strategie di marketing online e offline.

 

Vediamo adesso quando una strategia di marketing online può godere dell’opzione PATENT BOX.

Leggi anche: ” Come funziona il Patent Box “

E’ ormai risaputo anche in Italia che il web può rappresentare un’enorme opportunità per la promozione e la crescita di un’azienda e per poterne sfruttare tutte le potenzialità è necessario quindi, farsi trovare facilmente dai navigatori o dai potenziali clienti.  A tal proposito la “tecnica” che risulta fondamentale da un punto di vista operativo nell’ applicazione di una strategia di marketing  basata sul web è la Search Engine Optimization (SEO).

Prima di andare avanti precisiamo che faremo riferimento alla SEO ORGANICA o SEO NATURALE, con la quale si intende il posizionamento delle pagine del nostro sito web dovuto esclusivamente a delle tecniche SEO utilizzate senza investire in forma pubblicitarie.

Entriamo subito nel vivo del discorso dicendo che:

 

A questo punto la domanda che viene più naturale è:

Come si identificano le giuste parole chiave per far si che un sito web sia posizionato in modo efficace sui motori di ricerca?

PER RISPONDERE A QUESTA  DOMANDA BISOGNA CAPIRE IN CHE MODO UN UTENTE CHE VUOLE UN CERTO PRODOTTO O SERVIZIO LO CERCHEREBBE SU INTERNET.

E’ proprio partendo da una sperimentazione e un’analisi continua in questo ambito che si può arrivare ad avere un tipo di KNOW HOW che rispecchia i requisiti per essere considerato giuridicamente tutelabile e quindi in linea con i requisiti necessari allo sfruttamento dell’opzione PATENT BOX.

Vuoi chiederci qualcosa sul Patent Box?

Per capire meglio quello che abbiamo detto sopra facciamo un esempio reale è concreto parlando di Coca – Cola azienda leader di mercato.

Coca – Cola è l’esempio lampante di quanto le giuste strategie di marketing possano fare davvero la differenza per il raggiungimento del vantaggio competitivo, in particolare in una logica di digital marketing Coca – Cola ha lanciato una piattaforma che si chiama “Coca – Cola Journey” dedicata allo storytelling e attraverso una serie di contenuti (scritti secondo le logiche SEO) pubblicati su questo sito, Coca – Cola vuole provare ad entrare ancora di più nella vita delle persone, parlando di felicità, ottimismo e amore.

Ecco proprio a tal fine e per riuscire a far arrivare al meglio e a più persone i suoi valori, Coca – Cola  ha messo in piedi una strategia di marketing che li mette in risalto mediante questa strategia la multinazionale sarà in grado di raccogliere dati sui consumer e tali dati potranno essere usati da Coca – Cola per ottenere un maggiore vantaggio competitivo.

Ecco questi dati andranno a costituire un Know How  che avrà i requisiti per godere dell’opzione PATENT BOX.