Patent Box - Il valore del brand “Calcio”

Patent Box: il valore del brand “Calcio”

Juventus, Milan, Inter, Torino, Roma e le altre big del sistema del Pallone nostrano, stanno iniziando a presentare le prime richieste di adesione alla misura di agevolazione del Patent Box all’Agenzia delle Entrate. Difatti, anche se il momento del calcio italiano non risulta brillantissimo (l’ultima vittoria di un trofeo internazionale risale al 2010 quando l’Inter vinse l’ultima Champions League), la notorietà dei brand delle società calcistiche Italiane vive un periodo florido, costituito da opportunità rilevanti di sviluppo, soprattutto nei mercati del sud-est Asiatico.

Le grandi del calcio, possono vantare una storia di lustro e di successo fatta da anni ed anni trascorsi sulla cresta dell’onda, risultati esaltanti, di gioco entusiasmante ed avvincente che faceva proseliti presso il grande pubblico mondiale. Anche se il mondo calcistico Italiano è risultato travolto dagli eventi mentre le grandi leghe nazionali (Premiere League, Liga Spagnola e Bundesliga) crescevano esponenzialmente riuscendo ad aumentare la loro base di fatturato a fronte di una maggiore quota di mercato e di una maggiore rinomanza del marchio che rappresentano, i brand delle società della Serie A hanno visto quasi inalterato il proprio brand awareness.

Difatti, si può ragionevolmente affermare che nel settore calcio, le società sportive possono fare affidamento e creare valore soprattutto in ragione dello sfruttamento economico del brand posseduto.

Basti pensare all’evoluzione subita dai bilanci delle aziende calcistiche, soprattutto delle leghe maggiori, nelle quali le voci di ricavo più rilevanti risultano essere relative al merchandising, sfruttamento del brand per attività collegate (musei, store monomarca, hotel, ristoranti e stadi di proprietà).
Chi si trova a Manchester può toccare con mano questo fenomeno visitando l’Old Trafford, leggendario stadio del Manchester Utd, una società che rappresenta una icona di sfruttamento sapiente del proprio brand soprattutto per merchandising ed un marketing experience ottimale. In 138 anni di storia, il club ha vinto 64 trofei e detiene il record di 20 campionati inglesi vinti, risultati che hanno contribuito indubbiamente allo sviluppo del marchio.
L’uso dello storytelling connesso alla storia del club che, in buona sostanza, è da ricondurre alla forza evocativa del brand è un’arma di fatturato di sicuro valore per le aziende. Nel bilancio 2016, la Società ha registrato un fatturato record di 515,3 milioni di sterline, pari a circa 623,6 milioni di Euro (cambio 1 Eur = 0,8264 GBP), con una percentuale di contribuzione al fatturato derivante dalla unità “Commercial” pari al 52,1% a fronte del 27,2% provenienti da Media ed il 20,7% dei ricavi derivanti dal “Match Day”.


Se vuoi chiederci ulteriori informazioni sul Patent Box, contattaci.

Restando al mondo calcio in Italia, in prima fila, nella richiesta di adesione per il Patent Box all’Agenzia delle Entrate, ci sono le Società torinesi: Juventus (società quotata in Borsa) e Torino sono state tra le più attive nel valutare l’opportunità di avvalersi di tale regime di agevolazione fiscale, forti anche di bilanci in forte utile che vedono la Juventus chiudere il bilancio 2015 – 2016 con un utile netto di 4,1 milioni, mentre il Torino ha chiuso l’esercizio 2015 con un utile al netto delle imposte di 9,5 milioni. Tuttavia, il regime del Patent Box non esclude anche le aziende in perdita, le quali potrebbero ottenere agevolazioni ai fini Irap, imposta molto consistente tra le “aziende del pallone”.
Queste aziende presentano un forte interesse verso la valorizzazione ottimale del proprio brand, basti pensare all’imponente operazione strategica di “re-styling” operata dalla Juventus, non a caso avvenuta nel momento più elevato, negli ultimi anni, dal punto di vista dei risultati sportivi e contabili.
La forte sensibilità per lo sfruttamento del brand fa capire perché l’opportunità del Patent Box crea un ragionevole interesse anche nelle società calcistiche e sportive in generale e pone un focus di interesse anche su altri comparti sportivi.