patent box e complementarietà - ricerca e sviluppo

Patent Box 2016 e hi-tech, come migliora la nostra vita

Il Patent Box 2016, introdotto nella Legge di Stabilità dello scorso anno, consente di ridurre del 50% le imposte per imprese italiane che lavorano nel campo dell’innovazione.

Nell’azione combinata con il Bonus ricerca e Horizon 2020 può supportare progetti di importante iniziativa sociale come quelli presentati recentemente all’Imagine Cup di Seattle organizzata da Microsoft dove studenti e ricercatori di 35 paesi si sono sfidati su progetti divisi in tre categorie:

  • innovazione
  • cittadini del mondo
  • giochi

Tutti giovani con età comprese tra i 16 e i 35 anni: quelli che un tempo con un po’ di compassione venivano chiamati “nerd” e che ora, attraverso le loro approfondite competenze sui codici e gli algoritmi, provano a cambiare, migliorare e rendere più sopportabile la vita di ciascuno di noi, nei più svariati campi, dalla medicina allo sport, sino a toccare i delicati equilibri delle relazioni sociali.

A vincere la competizione è stato il team della Romania che ha presentato un dispositivo basato su un originale algoritmo che, accumulando i dati attraverso particolari sensori, riproduce in tempo reale la nostra postura rilevando degli eventuali problemi di equilibrio. Un metodo che potrebbe accelerare anche la prognosi del Parkinson.

Altro progetto degno di attenzione, è stato quello presentato dal gruppo greco: una app per smartphone, realtà virtuale e wereable che ci permette di metterci nei panni dei bulli, delle vittime dei bulli e di chi assiste a episodi di violenza. Mentre si gioca, il sistema acquisisce dati relativi alle nostre reazioni sia fisiche che comportamentali per utilizzarle ai fini di prevenire il fenomeno, capire meglio le proprie reazioni e aumentare l’empatia nei confronti degli altri.

Interessante, per quanto non abbia ottenuto la vittoria, il progetto di quattro italiani provenienti dalla Toscana che hanno presentato un  gaming controller componibile, valido sia per pc che per consolle manovrabile con una sola mano e quindi accessibile anche a persone diversamente abili.


Vuoi saperne di più sui benefici e il funzionamento del Patent Box?

Progetti importanti e utili che aprono nuove frontiere nel campo della ricerca e dell’innovazione, ma soprattutto chi in Italia ha realizzato un progetto simile oggi ha la possibilità di vedersi restituita una parte del reddito ricavato dal progetto grazie al Patent Box.

Agevolazioni fiscali: il Patent Box 2016 e l’hi tech

Con il Patent box, infatti, i redditi frutto degli investimenti in beni immateriali (marchi, disegni, know how, etc.) sono esclusi dalla tassazione per una quota che va dal 40 nel 2016  al 50% dal 2017. In questo modo si può far crescere l’azienda reinvestendo sugli utili proprio grazie al patent box che offre così una spinta decisiva all’impresa italiana anche in questo particolare settore.

Il Patent Box italiano

Il Patent Box italiano consente di risparmiare sulle imposte ed è realizzato su misura propria per le peculiarità della realtà nazionale.

Nel 2015 più di 4 mila aziende hanno approfittato di questo regime che può agire contemporaneamente ad altre forme di finanziamento come, appunto, il Bonus ricerca e Horizon 2020. Il Patent Box è, inoltre, opzionabile, l’adesione è volontaria, dura cinque anni ed è rinnovabile.